YouTube-logo-full_color
b-3
15/03/2013, 13:28



DonaCibo:-quando-educazione-e-solidarietà-si-incontrano


 





Riportiamo di seguito alcuni contributi che ci raccontano dell’iniziativa "donacibo" che si è svolta presso il liceo Nicola Spedalieri di Catania l’ 8 e il 9 marzo 2013.
Sono state raccolte 5 tonnellate di viveri che saranno distribuite dai volontari dell’associazione Cappuccini alle famiglie indigenti del quartiere.Intervento d’apertura della professoressa Graziella Biondi all’incontro di presentazione dell’iniziativa "donacibo" presso i locali del liceo Nicola Spedalieri:Il  Donacibo è un’esperienza di gratuità, è promosso dalla Federazione Banchi di Solidarietà e dal Banco  Alimentare e si rivolge a tutte le scuole che vogliono aderire, per effettuare in questo periodo, prima della Pasqua, una raccolta alimentare a favore dei più bisognosi. Si richiede un coinvolgimento del dirigente, di studenti e docenti per raccogliere cibo a scuola, ma un aspetto fondamentale dell’iniziativa stessa sono gli incontri preparatori, come quello che stiamo facendo oggi, per aiutare i ragazzi a capire il valore della solidarietà nel nostro mondo.Infatti se l’obiettivo immediato è molto semplice e cioè portare a scuola del cibo, per distribuirlo ai poveri, la posta in gioco è ben più alta, questo gesto esprime una valenza educativa e culturale, che in questo momento di crisi dell’umano e di emergenza educativa, acquista un significato davvero importante. Scopo dell’educazione  infatti   è la formazione dell’uomo nuovo, capace di essere presente nella vita sociale, impegnato nella costruzione del bene comune.La gratuità verso l’altro, parte dall’ aver ricevuto un grande dono nella vita: l’ Amore incondizionato e sconfinato di Dio che risponde alla nostra attesa, parte da un pieno non da un vuoto, per questo diviene capace di condivisione totale, anche del senso della vita. " Dio non si è tolto dal mondo- recita la locandina di invito al Donacibo 2013- non ci ha abbandonati a noi stessi, ma ci viene incontro in diversi modi".La condivisione del bisogno è il modo più naturale per fare acquistare fiducia e speranza a questo nostro mondo spesso superficiale e distratto.Abbiamo invitato delle persone per raccontarci la passione per l’uomo e per il suo bisogno e tutta l’operosità, l’intelligenza, le energie per strutturare le risposte a questi bisogni. Abbiamo sperimentato il lavoro in rete, la collaborazione fra i vari soggetti protagonisti, di quello che comunemente si chiama " volontariato" come il sistema più efficace e fruttuoso per intervenire nel mare del disagio prodotto dalla disoccupazione, dal degrado, dall’ingiustizia sociale, dalla latitanza delle istituzioni.  Sono con noi: padre  Beniamino Saccoche tiene un BdS, presso una casa di accoglienza per immigrati a Vittoria, Domenico Messina, direttore del Banco Alimentare della Sicilia, i nostri amici del CSVE, che sono venuti a consegnare ad alcuni di voi il premio, per la partecipazione al concorso, " il volontariato fa la differenza". L’esperienza raccontata nel video, si riferisce al volontariato svolto, presso l’ Associazione Cappuccini di  Catania. Avremo anche un loro intervento.


1
Create a website