YouTube-logo-full_color
b-3
20/01/2013, 13:21



Studio-per-essere-libero,-LaSicilia-19.01.13


 Riportiamo qui di seguito un articolo apparso su "La Sicilia" del 19 gennaio 2013 scritto da un ragazzo che vive da anni con noi l’esperienza dell’Associazione Cappuccini.



Riportiamo qui di seguito un articolo apparso su "La Sicilia" del 19 gennaio 2013 scritto da un ragazzo che vive da anni con noi l’esperienza dell’Associazione Cappuccini.

"STUDIO PER ESSERE LIBERO"
Perché un ragazzo deve impegnare i propri pomeriggi a studiare? A cosa serve avere una pagella almeno decorosa? Sono gli interrogativi di tantissimi giovani, alle prese con scelte più grandi di loro, per esempio se proseguire gli studi oltre la scuola dell’obbligo. A questo interrogativi proviamo a dare una risposta pubblicando la lettera di quello che, banalizzando, sarebbe un ragazzo "a rischio", un ragazzo aiutato negli studi da un gruppo di professionisti.Questo trimestre di scuola non è andato tanto bene perché all’inizio dell’anno fino a due mesi fa non ho studiato perché mi sono fatto delle domande. Una di quelle era: "Perché una persona deve studiare?". Quando mi è venuta questa domanda sono andato in giro a cercare la risposta chiedendo a tutte le persone che conosco perché si deve studiare. Ognuno di loro mi diceva la sua, poi all’ultimo momento ho messo tutte le risposte insieme e ho capito perché studiare. Nella vita si dice meglio tardi che mai: ho iniziato a studiare l’ultimo mese e di tutte le insufficienze che avevo ne ho avute solo tre.Alla fine ho capito che si studia per ottenere qualcosa, come quando si è innamorati di una ragazza: la corteggi senza arrenderti al primo tentativo, ma tentando e ritentando avendo chiaro cosa si vuole ottenere. Certo, scopo dello studio non può essere appena la promozione. Studio perché non voglio essere un animale, perché un animale non sa niente e agisce senza pensare, mentre io voglio essere libero.

Patrick


1
Create a website